Sempre più spesso mi viene chiesto in cosa consistano i benefici economici previsti per il personale militare dagli articoli 117 e 120 del Regio Decreto n. 3458 del 1928. Ebbene, tali benefici garantivano sostanzialmente a Ufficiali e Sottufficiali, mutilati o invalidi di guerra, l’abbreviazione del tempo necessario a maturare degli scatti stipendiali. Ho parlato al passato perché il Regio Decreto 3458/1928 è stato abrogato dall’articolo 2268 del Decreto Legislativo n. 66 del 2010 “Codice dell’Ordinamento Militare” (cosiddetto COM), ma tali scatti stipendiali per invalidità di servizio sono comunque sostanzialmente confluiti nell’articolo 1801 del COM stesso. Tale articolo prevede, infatti, che “al personale dell’Esercito italiano, della Marina militare e dell’Aeronautica militare che, in costanza di rapporto di impiego, ha ottenuto il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio per infermità ascrivibile a una delle categorie indicate nella tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915, compete una sola volta, nel valore massimo, un beneficio stipendiale, non riassorbibile e non rivalutabile, pari al:

a) 2,50 per cento dello stipendio per infermità dalla I alla VI categoria;

b) 1,25 per cento dello stipendio per infermità dalla VII alla VIII categoria”.

Certo, stiamo parlando di una piccola somma denaro, ma è sempre meglio di niente. Un paio di precisazioni prima di concludere:

  • il beneficio (che viene accreditato mensilmente direttamente in busta paga) spetta solo a chi ha contratto una infermità riconosciuta come dipendente da causa di servizio e ascritta a tabella A (per approfondire leggi qui!);
  • controllate la vostra busta paga e se non trovate traccia degli scatti stipendiali di cui abbiamo parlato fin’ora, fare subito domanda ai sensi dell’articolo 1801 del COM, richiedendo pure gli arretrati: sono fiducioso del fatto che la vostra Amministrazione ve ne riconoscerà almeno gli ultimi 5 anni!

Non mi resta che salutarvi, ad maiora!

TCGC

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright avvocatomilitare.com